Chiamaci allo 030 99 91 196
Via Adua 1, Desenzano del Garda, Guarda sulla mappa
 

Benessere e Vantaggi

Vantaggi per il benessere fisico

Le particelle di sale nebulizzate a secco nella camera del sale da uno speciale apparecchio, sono di dimensioni ideali per raggiungere tutte le sezioni delle vie respiratorie.
Il cloruro di sodio inalato è in grado di far funzionare al meglio la “clearance muco ciliare” e cioè quell’insieme di piccole ciglia di cui sono dotate le cellule che tappezzano le vie respiratorie che, con movimenti molto frequenti, regolari e coordinati, trasportano il sottile strato di muco che le ricopre verso il cavo orale: si ottiene così una continua detersione dell’intero albero respiratorio. Nel muco, infatti, restano intrappolati virus e inquinanti atmosferici.

Il sale inalato ha inoltre un effetto battericida; vi è, infatti, una dimostrata diminuzione della carica batterica presente nelle vie aeree. In altre parole il sale inalato, che si deposita nelle prime vie, interferisce con la sopravvivenza dei batteri (pneumococchi e stafilococchi) che vengono pertanto a trovarsi in un ambiente a loro
poco favorevole.

L’Aerosal può trovare una sua positiva indicazione anche per altre situazioni molto gravi come la fibrosi cistica, caratterizzata dalla produzione di muco molto denso e difficile da eliminare. Altre situazioni respiratorie gravi, come la bronchiolite che comporta spesso ricoveri e l’innescarsi di episodi ricorrenti di broncospasmi per parecchi mesi successivi al primo episodio. Studi condotti su asmatici hanno dimostrato come il trattamento con il sale inalato nelle grotte sia risultato positivo nel favorire la riduzione dell’iperreattività bronchiale.

Trovano indicazione anche le bronchiti croniche ostruttive e non, oltre alle già citate comuni affezioni a carico delle alte vie respiratorie quali, laringiti, faringiti, rinosinusiti, etc. Studi scientifici ne hanno dimostrato l’efficacia positiva nella dermatite atopica in età pediatrica. L’haloterapia normalizza la normale flora cutanea superficiale.

All'interno delle nostre cabine si respirano cloruro di sodio e iodio micronizzati.

Per prevenire e trattare malanni più diffusi nella stagione invernale come l'influenza, ma anche le patologie croniche delle vie respiratorie come l'asma e dermatologiche come la psoriasi, ci si può avvalere di un alleato in più, il sale. Questo elemento si sta infatti rivelando utile come coadiuvante per il trattamento di alcuni tra i più comuni disturbi delle vie aeree superiori, ma non solo. Verrà avviato entro alcuni giorni un trial clinico presso l'Istituto Scientifico Universitario San Raffaele di Milano su pazienti che soffrono di psoriasi.

Lo studio in doppio cieco, che verrà effettuato su un gruppo di 64 persone di età compresa tra 18 e 60 anni, si concentrerà per lo più sull'area del cuoi capelluto. “Il trattamento avrà luogo per 5 giorni alla settimana per 3 settimane e le sedute hanno una durata media di mezz'ora”, ha spiegato Santo Raffaele Mercuri, primario dell'unità di dermatologia e cosmetologia dell'ospedale milanese, “lo studio prevederà per un sottogruppo la diffusione di cloruro di sodio e iodio micronizzati per inalazione all'interno della grotta di sale Aerosal, che si avvale di un brevetto esclusivo, mentre per l'altro gruppo solo la permanenza in un ambiente interamente coperto di sale.

Né il medico, né il paziente sanno quali dei pazienti subiscono il trattamento e quali no. L'obiettivo è quello di verificare la bontà di questo approccio per ottenere un miglioramento di questa malattia geneticamente determinata.” Uno dei rimedi più caldeggiati per mitigare l'infiammazione della pelle in coloro che soffrono di psoriasi è, infatti, quello di trascorrere un periodo sul Mar Morto, specchio d'acqua che ha un altissima concentrazione di sale al suo interno. “Abbiamo dunque pensato che il rimedio salino poteva essere testato in modo scientifico”, ha aggiunto Mercuri, “l'obiettivo, dopo il trattamento per la psoriasi, sarà quello di provare l'effetto del sale su un'altra malattia della pelle, la vitiligine, in combinazione con il laser a eccimeri che produce una lunghezza d'onda monocromatica di 308 nanometri”. Non solo la pelle, ma anche le vie aeree superiori possono trarre beneficio dall'inalazione naturale di sale e di iodio che di norma avviene durante i soggiorni al mare. L'intuizione di un medico polacco, che a metà dell'800 studiò le condizioni di salute dei lavoratori all'interno delle miniere di sale in Polonia, ha dato il via alle teorie sui benefici derivati dai microelementi contenuti in questo prezioso elemento e alla terapia naturale derivata dall'inalazione di cloruro e iodio all'interno di una camere in cui sia le pareti sia il pavimento sono ricoperti di sale e si simula il microclima della grotta, con un'umidità compresa tra il 40 e il 60% e una temperatura stabile tra i 18° e 24°.

Un'altra sperimentazione scientifica è in corso presso il policlinico di Bari. In questo caso lo studio, coordinato dal Dottor Matteo Gelardi riguarda l'ipertrofia adenotonsillare subostruente e le patologie correlate in età pediatrica. I dati su questa sperimentazione verranno presentati al prossimo congresso della Società Otorinolaringologia e Chirurgia cervico-facciale che avrà luogo a Bari dal 23 al 26 Maggio. Per far si che anche i piccoli ospiti siano a proprio agio dentro le stanze del sale, in alcuni casi sono stati ricreati ambienti di gioco che li fanno rituffare in un'atmosfera che ricorda quella vacanziera.

I protocolli di ricerca in corso hanno non solo il fine di dimostrare la validità del brevetto e la bontà di questo elemento naturale purificato, ma anche di fornire una letteratura in materia e, quindi, incentivare una regolamentazione di questo approccio naturale, nonché un controllo sulle materie prime utilizzate e sui metodi di somministrazione delle microparticelle contenute nel sale.


Ideale per i bambini

Aerosal® grotta di sale rappresenta una vera novità nel nostro campo, non solo perché porta anche in Italia i benefici della terapia del sale, ma anche per la nuova fetta di pubblico a cui si rivolge: i bambini.

Spesso i più piccoli sono i primi a soffrire di raffreddore e problemi respiratori che, in buona parte, scompaiono durante le vacanze al mare. La grotta del sale, ricreando un’umidità e una temperatura ottimali, offre anche a loro la possibilità di trarre benefici (inconsapevolmente) mentre giocano.
Anche il pavimento della grotta infatti, così come le pareti, è ricoperto di sale che permetterà ai bambini di divertirsi facendo castelli di sale.

In Aerosal® i bambini potranno entrare anche in piccoli gruppi, accompagnati dai genitori; potranno sentirsi liberi, guardare un cartone animato o fare un riposino. Aerosal® sarà per i bambini una sorta di "concentrato di mare" (tutto naturale) fatto giocando, senza fastidio ma solo divertimento.